San Liberato | « Indietro

Poco lontano da Gualdo si trova il Santuario di San Liberato, un luogo di culto nel cuore di Monti Sibillini.

San Liberato indossò l’ abito francescano a Soffiano, luogo selvaggio e boscoso nei dintorni di Sarnano, dove ancora esistono, entro una suggestiva cavità rocciosa, i resti d’un antico conventino di fattura benedettina. Verso il 1260 (anno della morte di San Liberato) i confratelli abbandonarono l’inospitale eremo e costruirono l’attuale convento di San Liberato, presso la cui chiesa scavarono una tomba e vi trasferirono le ossa dei confratelli (San Liberato ed altri pii religiosi) esumati a Soffiano. Con l’andare del tempo il convento prese il nome dal religioso che aveva lasciato più alta e durevole memoria di sé e si chiamò : “San Liberato”. Oggi il suo corpo riposa nella cripta della chiesa che porta il suo nome, assieme ai beati Umile e Pacifico : i tre personaggi dei “Fioretti”. La sua festa si celebra il 2 Agosto.

                      
    
Santuario San Liberato

San Liberato